Nato e cresciuto a Taranto, dopo la prima ed unica esperienza lavorativa in Puglia, lascia la sua regione al fine di intraprendere un lungo periodo di formazione e studio culinario del territorio italiano.
Consegue il diploma di scuola alberghiera a Senigallia, nel centro Italia, dove amplia le sue esperienze professionali in alberghi di lusso tra le Marche e il lago di Como, per poi approdare nel 1997 a Londra facendo due esperienze lavorative presso ristoranti stellati di cucina italiana ( Toto`s – Halkin Hotel).
Prosegue il suo cammino fuori dai confini italiani con l`EXPO 1998 in Portogallo come giovane docente di cucina regionale italiana in collaborazione con l`Istituto di cultura italiana di Lisbona,
quindi di nuovo in Inghilterra sulle Isole Normanne come Chef di cucina presso uno Charme & Relax per poi trasferirsi a Bermuda in qualità di Head Chef.
Ritorna in Italia l’estate del 2000 presso il rinomato “Tivoli” di Cortina d`ampezzo, ristorante stellato con 3 forchette del Gambero Rosso, dove rimarrà sino alla permanente chiusura del locale.
Nel 2002 si trasferisce definitivamente a Milano. Qui scopre il “Paradiso”a livello di qualità e varietà di prodotti. L’opportunità di lavorare con materie prime di eccellenza assoluta, provenienti da tutto il territorio italiano ed estero, gli permette di fare un step di creatività e dinamicità difficile da uguagliare che lo porta a sviluppare anche la sua grande passione per la Pasticceria ed il lievito naturale. È questo il periodo che Lui stesso definisce “il laboratorio di completamento”.
Consegue tre attestati di pasticceria professionale e scrive un libro di cucina come tema il business lunch, una vera piccola opera di perfetta simbiosi tra stile, design grafico e comunicazione del cibo.
Dal 2008 per un progetto di vita condiviso con sua moglie di Zurigo, decide di trasferirsi e colleziona due esperienze per cosi dire di rodaggio, sempre in qualità di Chef di cucina dove però non riesce a esprimere realmente il suo potenziale e la sua idea di cucina.
Alla soglia del suo ottavo anno a Zurigo, decide di prendere insieme alla sig.ra Teresa Wenger il Gandria Restaurant in uno dei quartieri più affascinanti della città.